Pensare in positivo

Gli esseri umani passano gran parte del tempo in preda alle preoccupazioni. È un po’ come vivere in una casa malamente isolata. Tutta l’energia che dedichiamo a pensieri negativi sul passato, presente o futuro si disperde nell’etere senza portarci alcun risultato utile.

Eppure, quante volte gli avvenimenti futuri che ci tengono svegli la notte non accadono mai davvero? E poi ci sono i problemi di un passato che non possiamo cambiare anche se possiamo imparare da esso e guardare avanti.

Proviamo a immaginare che sia possibile trasformare tutte le preoccupazioni e la negatività in pensieri positivi. Sarebbe una sferzata di energia, divertente e liberatoria.

Certo, è più facile a dirsi che a farsi… Non c’è niente di peggio che sentirsi giù e avere qualcuno che ci esorta a “tirarci su”! Quali sono i passi concreti da intraprendere per portare più positività nella nostra vita?

Pensiamo alle parole utilizzate per descrivere agli altri chi siamo e che lavoro facciamo. Sono parole forti e ottimiste? Condividiamo con gli altri le nostre speranze di successo? O abbiamo la tendenza a scusarci e sminuirci?

Possiamo decidere subito di cambiare le parole utilizzate per parlare di noi stessi. Ciò non significa vantarsi o parlare di obiettivi irraggiungibili, ma essere consapevoli del proprio valore e dei risultati che otteniamo ogni giorno. Essere genitore e prendersi cura dei bambini, aiutare un vicino di casa, completare un progetto: sono tutti successi. Gli obiettivi più grandi possono sembrare più difficili, ma fare il primo passo è un fattore fondamentale per raggiungerli: condividiamo con gli altri (e noi stessi) i nostri successi e aspirazioni, sul breve e sul lungo periodo.

Alcuni di noi usano bacheche dove appuntano le immagini degli obiettivi che desiderano raggiungere. È una buona idea, anche se su queste tabelle devono esserci obiettivi impegnativi accanto ad aspettative realistiche. Oppure possiamo scrivere citazioni motivazionali a casa o in ufficio per farci forza negli inevitabili giorni difficili.

Ci sono un sacco di applicazioni per lo sviluppo personale da scaricare o CD da ascoltare in macchina per acquisire maggiore motivazione verso i propri obiettivi. Ecco un semplice suggerimento: ogni giorno, ringraziamo, ma sul serio, qualcuno per ciò che ha fatto per noi, anche per i gesti più piccoli. Non abbiamo mai paura di essere generosi nel dimostrare la nostra gratitudine agli altri.

Sébastien Foucan è il creatore del freerunning, .la ginnastica urbana che prevede il superamento degli ostacoli naturali delle nostre città. In un sobborgo parigino segnato dalla povertà, ha imparato a ridefinire quali sono gli ostacoli. Lungi dall’essere qualcosa che blocca la strada, gli ostacoli possono essere considerati piattaforme che ci spingeranno verso nuove altezze. Guardare ai problemi insormontabili in questo modo può aiutarci a raggiungere questa libertà di pensiero.

Non appena liberiamo i pensieri positivi, pensando a nuovi modi di andare avanti invece di concentrarci sui problemi, dormiremo meglio, avremo più energia e ci sentiremo molto meglio in generale.

E soprattutto, non teniamoci dentro i problemi. Condividiamoli con gli amici e i familiari: saremo sorpresi dall’aiuto e dal sostegno che riceveremo in cambio.

inset_article_SOM4