Il cibo come gratificazione, non solo come carburante

Tutti noi amiamo il cibo, giusto? Se vi venisse posta questa domanda, probabilmente rispondereste senza pensarci: “Sì, certo.”. Apprezzare la buona cucina è uno dei grandi piaceri della vita. Un pranzetto delizioso con gli amici, una cenetta dall’atmosfera casalinga e familiare, un pasto per festeggiare un’occasione, una pesca perfettamente matura assaporata in una giornata estiva: tutto questo ci dà enorme soddisfazione, ma quante di queste esperienze occasionali si presentano una tantum anziché essere la norma?

Se cucinate regolarmente per voi o per gli altri, potreste sentirvi abbastanza sotto pressione e in dovere di dimostrare che siete in grado di preparare qualcosa di gustoso e nutriente ogni volta, giorno dopo giorno. È naturale, quindi, affidarsi alle ricette collaudate, a quei piatti facili da preparare che piacciono a tutti e che possono essere cucinati rapidamente tra una cosa e l’altra. E quando i tempi sono molto stretti, optare per qualcosa di già pronto spesso può sembrare l’unica opzione possibile.

Idee per nuovi piatti si possono trovare ovunque, dalle ricette stagionali nelle riviste ai programmi di cucina in TV.

Tuttavia, se pensiamo che il cibo non ha solo la funzione di alimentare il nostro organismo affinché possa farci arrivare a fine giornata, se lo consideriamo come una fonte di piacere e di nutrimento, allora forse possiamo liberarci dalla routine… e scoprire che mettere insieme una buona combinazione di alimenti, parte essenziale di una dieta sana, può essere molto più facile di quanto si pensi.

Perché non rinvigorite le vostre papille gustative e riscoprite il piacere del cibo e della cucina, scoprendo com’è facile accedere a un’incredibile varietà di alimenti?

Idee per nuovi piatti si possono trovare ovunque, dalle ricette stagionali nelle riviste ai programmi di cucina in TV; spesso, infatti, assistere alla preparazione di un piatto può essere fonte di ispirazione. Potrebbe essere una buona idea anche sfogliare i libri di cucina che avete in casa e mettervi alla prova. Ogni settimana preparate un piatto nuovo che non avete mai provato prima; potete prepararlo per una cena durante il fine settimana, condividerlo con la famiglia e gli amici per testare le loro reazioni e coinvolgerli in tutto il processo.

Oppure, partite dalla fine: selezionate alcuni degli ingredienti che avete in cucina e inserite i nomi in un motore di ricerca online; troverete moltissimi siti che propongono ricette con gli ingredienti che avete selezionato.

Potreste scegliere una cucina internazionale che vi piace provare quando andate al ristorante e vedere se riuscite a cucinare uno dei piatti tradizionali. Un grande aiuto viene dal fatto che ora la maggior parte degli ingredienti è relativamente facile da trovare. La varietà di prodotti sia freschi che confezionati è aumentata enormemente rispetto a una decina di anni fa, come pure i siti Web dedicati che offrono i prodotti più raffinati.

Oltre a provare nuovi piatti e pietanze, alcuni esperti suggeriscono che è una buona idea tenere un diario alimentare, annotando tutto quello che si mangia e si cucina, ma non barate! In questo modo, molto presto inizierete a riconoscere degli schemi ricorrenti e a identificare le aree in cui potreste riuscire a intervenire per rendere più sana la vostra alimentazione con alcune piccole modifiche. A colazione potreste preferire il latte parzialmente scremato a quello intero o scegliere uno yogurt magro. Se pranzate fuori per lavoro, nella maggior parte dei bar si trovano tramezzini con pane integrale e senza maionese.

Come qualsiasi miglioramento delle vostre abitudini alimentari, questo nuovo approccio all’alimentazione potrebbe contribuire in maniera positiva al vostro senso generale di benessere.

Bon appétit! Guten Appetit! Buon appetito.

inset_article_EW1